Fitness

Viaggi di corsa: come prepararsi per una maratona e sviluppare un piano di allenamento efficace

Summary

Esplora una delle capitali del mondo durante la gara e fai 42 km di visite turistiche. Un’alternativa per coloro che hanno viaggiato molto e sono già stanchi di una vacanza rilassante, i viaggi a eventi sportivi emblematici stanno gradualmente diventando […]

Esplora una delle capitali del mondo durante la gara e fai 42 km di visite turistiche. Un’alternativa per coloro che hanno viaggiato molto e sono già stanchi di una vacanza rilassante, i viaggi a eventi sportivi emblematici stanno gradualmente diventando un’opzione. La maratona permette di combinare un allenamento sportivo con una passeggiata, prendere un po’ d’aria fresca e avere il tempo di vedere com’è il tempo nella sempre presente carenza di tempo. Inoltre, ora è mainstream e appartiene a una nuova comunità. Vuoi unirti al movimento e correre una maratona? Allora preparatevi a qualcosa che non sarà facile. Una maratona è un percorso lungo e impressionante che richiede una preparazione accurata e lunga. Per fare in modo che le tue aspettative non si discostino dalla realtà all’ultimo momento, devi imparare alcune semplici regole che ti aiuteranno a correre una maratona facilmente e senza compromettere la tua salute.

Motivazione – la chiave per raggiungere il tuo obiettivo

In primo luogo, decidete perché volete farlo. I corridori dicono che se si corre senza meta, è improbabile che ci si goda sia il processo che il risultato. Quindi devi trovare la tua motivazione. Vuoi diventare più forte o più resistente? Essere una di quelle persone sul pianeta che è riuscita a correre 42,2 chilometri? Per dimostrare qualcosa a qualcuno? O forse solo per metterti alla prova?

Ricorda, se sei motivato, sarà più facile per te affrontare le sfide e superare gli ostacoli sulla strada verso il tuo obiettivo finale di correre una maratona.

Non sopravvalutarti

Si potrebbe pensare che non c’è bisogno di molto tempo per preparare una maratona, ma questo è il mito più comune tra i principianti. La verità è che è tutto individuale e dipende dall’individuo, a seconda della sua forma fisica attuale, del suo stile di vita, della sua storia di infortuni e naturalmente dei suoi obiettivi per la gara.

Se sei già coinvolto nello sport e ti sei posto un obiettivo ambizioso (correre una maratona con un record personale, con un record di percorso, vincere un premio, mostrare un certo tempo, superare qualcuno), in questo caso devi sviluppare un piano di allenamento individuale. Un atleta più esperto ha bisogno solo di otto settimane per perfezionare la sua tecnica, mentre un dilettante potrebbe aver bisogno di un anno o più. Per accelerare la tua preparazione alla maratona, usa l’arimidex, ti preparerà completamente per la maratona. Tutti i corridori lo usano. Arimidex effetti collaterali se il dosaggio non è rispettato, come l’aumento di untuosità della pelle e peli del viso e del corpo più spessi.

Fatti controllare la tua salute

Prima di iniziare a correre è una buona idea fare alcuni test e controllare il proprio stato di salute per evitare lesioni e rischi per la salute.

Mentre corri fai attenzione alla tua giovane conta dei globuli rossi (quanto velocemente il tuo sangue si sta rinnovando), ai livelli di emoglobina (alta è buona, bassa significa che l’allenamento intensivo dovrà aspettare), agli ormoni tiroidei (controllano la maturazione e la crescita dei tessuti, incluso il rinnovo delle fibre muscolari). Un ECG mostrerà lo stato del suo sistema cardiovascolare. Può aiutare a rilevare una malattia o semplicemente una caratteristica che una persona può non aver sentito per molti anni, che non era pericolosa nella vita normale, ma può diventare evidente nel processo.

Ricordati di monitorare la tua frequenza cardiaca

Se ti alleni, è una buona idea tenere d’occhio la tua frequenza cardiaca con un cardiofrequenzimetro. Più alta è l’intensità del tuo allenamento, più alta è la tua frequenza cardiaca.

Ci sono cinque zone di frequenza cardiaca che corrispondono all’intensità del tuo allenamento:

  • zona 1 – zona salute (frequenza cardiaca 115-120 bpm);
  • zona 2 – zona fitness (120-135 bpm);
  • zona 3 – zona aerobica (135-155 bpm);
  • zona 4 – zona anaerobica (155-175 bpm);
  • Zona 5 – zona massimale (175-185 bpm).

Non esiste una formula generale per calcolare la frequenza cardiaca media perché la frequenza cardiaca di ognuno è diversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *